Descrizione

Da due piccole parcelle di Tocai Friulano nel territorio attiguo a Plessiva, a pochi minuti dal confine nazionale con la Slovenia, arriva la traduzione liquida di Mitja Sirk della straordinaria terra di collina del Collio Goriziano. Un vino capace di sorprendere sorso dopo sorso, con con il suo corpo agile, sostenuto da freschezza, da raffinata sapidità e da un finale davvero appagante. Il naso è pieno di direzioni, con rimandi alla pietra focaia, al salmastro, oltre che alle fioriture primaverili ed a frutti a pasta bianca, come la pesca ed un gradevolissimo sfondo di agrumi.

Compone la tessitura di questa meravigliosa terra di collina, il Flysch di Cormons, localmente detto “Ponca” (la marna in friulano), un’alternanza di strati d’argille ed arenarie, estremamente deformabile all’incombere degli agenti atmosferici così da mutare la propria struttura da frammenti scagliosi di colore plumbeo ad argilla sgretolata dai toni ocra.

L’uva è stata vendemmiata in momenti diversi, atto questo, dovuto alle differenti esposizioni delle vigne. Il 6 settembre è stata la volta di quella che guarda ad Ovest, il 10 di quella rivolta ad Est. La vinificazione ha seguito i canoni classici che hanno contraddistinto i vini nelle precedenti annate. Dopo una notte di decantazione a freddo i mosti sono stati travasati e preparati per la fermentazione. Il primo raccolto è stato inoculato con lieviti selezionati e lasciato fermentare a temperatura controllata. La seconda raccolta invece è stata lasciata fermentare spontaneamente sempre in contenitori di acciaio inox. La cinetica fermentativa è stata buona ma non eccessivamente veloce,
quasi 3 settimane per svolgere completamente tutta la fermentazione alcolica. Solamente la seconda particella raccolta ha svolto anche la fermentazione malolattica. Dopo la prima sfecciatura a fine fermentazione i vini hanno riposato sulle loro fecce fini fino al travaso del imbottigliamento.

Un vino che accompagna un aperitivo, una frittura di pesce, insalata di mare, pollo allevato a terra con funghi porcini, zuppa di orzo e farro, formaggio di fossa.